Arcipelago della Spagna costituito da quattro isole maggiori, quali Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera, ha un’estensione di 127.053 Km quadrati e 703.000 abitanti.

Poste nel Mare Mediterraneo a fronteggiare il Golfo di Valencia, hanno come capoluogo Palma di Maiorca.

Sono di natura prevalentemente montuose e collinose e culminano nel Puig del Torrellas ( 1445 metri).

Godono di un clima molto dolce che permette la coltivazione della vite, dell’olivo, del fico e del mandorlo, accanto a quella dei cereali, mentre sulle alture prevale la “gariga”, macchia di essenze mediterranee.

Le bellezze naturali del posto fanno dell’industria del turismo la maggior attività economica dell’arcipelago.

Ogni estate sono invase da una moltitudine di turisti in cerca di divertimento e sole sulle magnifiche spiagge bianche, oltre alla ricerca di ottimi ristoranti e divertimenti notturni.

Visitabili in tutte le stagioni, le Baleari godono di inverni miti e estati calde. Le temperature medie oscillano intorno ai 15° in inverno e raggiungono i 27° in estate.

Diverse sono le possibilità di muoversi all’intermo delle Isole Baleari; si può usufruire di autobus, treni, macchine a noleggio, scooter, e linee ferroviarie. Mentre alle Isole Baleari si arriva per via aerea atterrando agli aeroporti di Palma di Maiorca e di Ibiza. Formentera è la più isolata delle quattro isole ed è raggiungibile da Ibiza con il traghetto. Mentre i voli interni tra le isole, di breve durata, risultano essere molto costosi.

Lo stile di vita delle Baleari è più rilassato che in altre città, a cambiare è il ritmo della giornata. Traendo vantaggio dalla fresca temperatura notturna, i negozi chiudono dalle 14 alle 17 per poi continuare fino a notte inoltrata. Per chi si trova sulle isole è quasi d’obbligo il giro nei bar e discoteche fino a tarda nottata, cosicché il risveglio diventa lento e ci si ritrova a fare colazione non prima delle 10 del mattino! Si può tranquillamente dire che non c’è turista che sia stato alle Baleari e non sia rimasto colpito dalla socievolezza e cordialità degli spagnoli.

Per visitare le Baleari in tranquillità e spandere meno, in quanto sono isole dalla vita molto cara, è meglio andarci nei mesi di maggio-giugno e settembre-ottobre.

Oltre alla vita mondana, sulle isole è possibile dedicarsi anche a sport quali sci nautico, windsurf, paracadutismo, immersioni, golf, tennis, bicicletta ed escursioni a piedi.

Per quanto riguarda l’isola di Maiorca, composta di piccole e numerose insenature tra le scogliere, di grande importanza risultano essere le famose Deia e Alcudia, che accolgono tracce romane.

Verso Porto Cristo si trovano le Grotte del drago di formazione calcarea e rappresentano uno dei più grandi laghi sotterranei del mondo. Il carattere selvaggio dell’isola è dato dalla catena montuosa Serra de Tramontana, dove si può ammirare anche uno dei villaggi più caratteristici composto da chiese gotiche.

Palma de Maiorca è caratteristica per le sue vie strette e acciottolate dell’antico quartiere, per i viali alberati, chiese gotiche e negozi d’alta moda. Le spiagge, facilmente raggiungibili dal centro, sono meta di numerosi turisti. Città caotica, anche la vita notturna risulta essere molto movimentata.

Da visitare la maestosa Cattedrale gotica La Seu costruita tra il 1230 e il 1600 dove al suo interno si trova una scultura in ferro battuto dell’architetto Gaudì. Di fronte alla Cattedrale si trova il Palau de l’Almudaina trasformato in residenza reale. Nella città è presente anche un palazzo per la mostra di reperti archeologici, il Museum de Arabs.

Minorca , la seconda isola delle Baleari per estensione, è l’isola meno frequentata dal turismo di massa. Famosa per i suoi ecosistemi unici al mondo, tra i quali le paludi di S’Albufera d’es Grau e le 90 grotte scavate nelle scogliere.

Ibiza è la capitale del divertimento e dei nottambuli anche se possiede un centro storico molto caratteristico e pittoresco con negozietti tipici, passaggi acciottolati, labirinti di viuzze sulle quali si affacciano balconi in ferro battuto. Nella parte alta della città troviamo la più antica fortezza d’Europa e il Museo d’arte Contemporanea.

Formentera è piccola e tranquilla dove si possono praticare camminate all’aperto e consumare lunghi picnic. La maggior parte della vita dell’isola si svolge in spiaggia nelle numerose insenature naturali. Sono presenti anche grotte quasi invisibili. Nella zona settentrionale di Formentera si trova La Savina, uno dei porti più caratteristici dell’isola.