Guida-Viaggi.info

Guida turistica per tutte le destinazioni nel mondo con le recensioni degli utenti.

Month: agosto 2007

Informazioni Turistiche Kenya

Repubblica dell’Africa orientale si estende su di una superficie di 582.646 Km quadrati, con una popolazione di 23.882.000 abitanti. La sua capitale è Nairobi, mentre la lingua ufficiale è il Kiswahili anche se molto diffuso l’inglese. Di religione animista, conta anche la presenza di una piccola parte di cattolici e protestanti. L’unità monetaria è lo scellino del Kenya.

Il Kenya confina con il Sudan, l’Etiopia, la Somalia, la Tanzania, l’Uganda e si affaccia a sud-est sull’Oceano Indiano.
Le alte terre del kenya, gli Highlands, sono le sezioni più elevate cosicché l’altitudine media supera i 2000 metri.

Il clima è condizionato dalla posizione del Paese che è attraversato dall’Equatore, dalla sua esposizione all’Oceano Indiano e dall’altitudine. A Nairobi le temperature mitigate oscillano tra i minimi stagionali di 12° ai massimi di 25°. A Mombasa, sulla costa, le temperature variano dai 22° ai 30°. L’equinozio primaverile segna l’inizio del periodo delle lunghe piogge. In autunno ha inizio il secondo periodo piovoso anche se di poca consistenza.

Il manto vegetale del paese è vario; sugli altopiani è ormai quasi scomparsa la foresta equatoriale, che sopravvive in alcuni lembi e lungo i fiumi. Si può osservare un paesaggio fatto di fasce vegetali, savane e praterie grasse dove s’impongono senesi, lobelie giganti, ecc. Nella savana si trovano euforbie, baobab, acacie, ecc. Il litorale è a tratti orlato da mangrovie, mentre papiri e piante palustri sono presenti nelle zone anfibie del Lago della Vittoria.

Nonostante il consistente sviluppo dell’industria, il Kenya basa tuttora la propria economia sull’agricoltura di piantagione rivolta soprattutto alla coltivazione del caffè e del tè, cotone, canna da zucchero, agave e palme da cocco. Tra le colture fruttifere troviamo l’ananas. Scarso rilievo ha lo sfruttamento forestale da cui si ricavano legnami provenienti perlopiù da cedri, podocarpi,ecc.

L’altra grande risorsa economica del paese è l’allevamento del bestiame praticato sugli altopiani dai contadini. Particolarmente cospicuo è il numero di bovini, caprini e ovini, nonché i volatili da cortile. Nel Nord sono diffusi anche i dromedari. La pesca risulta essere modesta e praticata sia nelle acque interne sia lungo la costa.

Il Kenya è anche il cuore dei safari africani, in cui vivono le più diverse specie di animali selvatici di tutto il continente, tra cui i leoni, bufali, leopardi, elefanti e rinoceronti in piena libertà.

Le comunicazioni sono piuttosto carenti soprattutto dal punto di vista qualitativo. L’asse principale è la ferrovia di Mombasa a Nairobi che giunge sino in Uganda. Una relativamente ampia rete stradale collega tutte le principali città servite da un regolare servizio di autobus. La compagnia aerea Kenya Airways assicura vari collegamenti interni e con paesi asiatici, africani ed europei. Il principale aeroporto è quello di Nairobi, internazionale al pari di quello di Mombasa; quest’ultimo è il principale centro portuale del Kenya al servizio anche dell’Uganda.

Il Kenya offre meravigliosi parchi faunistici, spiagge incontaminate, splendide barriere coralline, cime maestose e antiche città.

Agli abitanti del Kenya piace divertirsi e la musica attualmente in voga è il benga. L’evento più importante dell’anno viene organizzato dalle mandrie di animali selvatici tra luglio e agosto quando milioni di antilopi si spostano in massa dal Serengeti alla ricerca di pascoli più verdi per poi ritornare nel mese di ottobre.

L’arte culinaria del paese si compone di pietanze ripiene di fagioli o salsa di carne. Il piatto nazionale del Kenya è il nyama choma, carne di capra alla griglia. Nella zona costiera vengono usate in abbondanza spezie e noci di cocco. Lo spuntino più comune è il sambusa, frittelle dalla forma triangolare farcite di carne macinata speziata oppure la patata dolce fritta cosparsa di succo di limone e di un pizzico di peperoncino in polvere.

I kenyotici amano tanto bere birra e nel paese esiste un importante birrificio. Tra i succhi di frutta quello più in voga è fatto con il frutto della passione, sempre fresco e buono.

Tra le attrazioni locali quella più importante è sicuramente rappresentata dal safari, anche su cammello; il più rinomato parco faunistico del kenya è Masai mara National Riserve, a ovest di Nairobi. Altri parchi importanti sono quello di Amboseli, dove vive il rinoceronte nero e la fitta foresta di Kakamega, che ospita oltre 330 specie diverse di uccelli.

Il Kenya è famoso anche per la pesca al largo delle coste di Malindi, oltre al rafting sulle rapide del fiume Athi/Galena. Inoltre si possono praticare viaggi in mongolfiera, immersioni subacquee e windsurf nelle città costiere.

Guida vacanza a Roma

Roma, capitale della Repubblica Italiana e capoluogo del Lazio, è situata a circa 20 Km dalla costa tirrenica. Sede del capo dello Stato e di molti enti artistici e culturali, comprende al suo interno lo Stato della Città del Vaticano.

La sua funzione primaria nel campo politico, artistico e religioso ne caratterizza anche la vita economica nel settore terziario e nel turismo.

Le difficili comunicazioni all’interno di Roma sono rappresentate da una fitta rete di mezzi pubblici tra cui la metropolitana in parte sotterranea. Nella capitale fanno capolinea le principali linee ferroviarie, strade statali e Autostrada del Sole. Le linee aeree fanno scalo al moderno aeroporto Leonardo da Vinci situato a Fiumicino.

Vasta e ricca di opere d’arte appartenenti ad una storia millenaria, nonostante saccheggi e distruzioni, Roma ha saputo mantenere il suo interesse artistico e storico, leggibile nelle architetture quali, tra quelle databili negli anni a.C., il Tempio della Concordia nel Foro, la via Appia e il primo acquedotto extraurbano. Altri monumenti imperiali superstiti sono visibili nel Circo Flaminio; sotto il dominio dell’imperatore Augusto vennero eretti il Teatro di Marcello, il Tempio di Apollo sul Palatino e il Pantheon. Nel periodo dell’imperatore Traiano vennero eretti i Fori, il Colosseo, le Terme e l’Arco di Tito, il Tempio di Vespasiano, i Mercati traianei.

Sicuramente Roma si può definire come un gigantesco museo all’aperto visitato da milioni di turisti provenienti da tutto il mondo. L’attrattiva principale è sicuramente rappresentata dalla Basilica di San Pietro.

Anche le numerose fontane presenti nella capitale hanno una rilevante importanza artistica, quali la fontana Barcaccia ai piedi della Scalinata di Trinità dei Monti, progettata dall’architetto rinascimentale Bernini; la Fontana del Tritone a Piazza Barberini progettata dal figlio di Bernini: nella stessa piazza fu costruita la Fontana delle Alpi. Sicuramente la fontana più importante del Bernini è quella dei Quattro Fiumi al centro di piazza Navona.
Anche le ville rinascimentali hanno la loro importanza come la Villa Borghese delimitata dalle Mura Aureliane.

Da visitare anche il Giardino Zoologico (Bioparco) dove sono custodite ben 200 specie di animali.

Lo scenario culturale romano è caratterizzato anche da un vasto numero di intrattenimenti cinematografici e teatrali. Si contano ben 80 cinema all’avanguardia.

Un altro modo per conoscere a fondo la cultura della capitale italiana è quello di gustare le specialità culinarie dai sapori e gusti tipici di una tradizione millenaria.

Guida Viaggio a Cuba

La Repubblica di Cuba a cui fa capo l’Avana è sicuramente la più grande isola dei Caraibi.

Situata tra l’Oceano Atlantico, il Mare delle Antille e il Golfo del Messico si trova a 200 Km circa dall’estremità meridionale della Florida.

La sua forma è stretta e lunga quasi 1200 Km si disloca sulla parte emersa di una piattaforma continentale sottomarina. Di natura prevalentemente pianeggiante, l’economia dell’isola è basata sull’allevamento del bestiame, coltivazione di canna da zucchero, caffè e tabacco.

I difficili sviluppi politici che hanno coinvolto la repubblica di Cuba hanno impedito che l’isola fosse sommersa dal fenomeno del turismo di massa anche se il visitatore è cordialmente accolto dalla popolazione locale.

La lingua parlata è lo spagnolo, mentre la moneta locale è il Peso di Cuba pari a 876,90 delle vecchie Lire.

Il clima tropicale moderato dall’influenza del mare e raffrescato in inverno da masse d’aria provenienti dall’America Settentrionale raggiunge a l’Avana i 27° nel mese di luglio e i 22° nel mese di gennaio.

Le precipitazioni sono abbondanti nei mesi di maggio-giugno e di settembre-novembre. Frequenti ad agosto e ottobre sono i cicloni, che colpiscono soprattutto la parte sud-occidentale dell’isola.

L’isola Cubana, dispone di una buona rete ferroviaria e stradale; quest’ultima si sviluppa per oltre 34.000 Km collegando Pinar del Rio con Santiago de Cuba, principale sbocco marittimo dopo l’Avana.

Irrilevante importanza ha avuto la marina mercantile a differenza dei servizi aerei sia all’interno sia con i vari Paesi esteri. Il maggior aeroporto è quello internazionale di Josè Martì, presso la capitale.

Per chi soggiorna a Cuba, oltre alle splendide coste dove potersi rilassare e godersi il panorama, da non dimenticare di visitare la flora locale. E’ composta da oltre 6.000 piante, tra cui l’onnipotente palma reale che compare anche nello stemma del paese; la icadea di Cuba che risale al periodo cretaceo; il jaguery, il fico dalle radici superficiali e la ceiba, il sacro albero del cotone.

Tra la fauna che popola l’isola si possono incontrare rettili, tra cui coccodrilli, iguane, lucertole, salamandre, tartarughe e serpenti non velenosi. Di rilevante importanza è il colibrì-ape, l’uccello più piccolo del mondo e il torocoro, uccello nazionale di Cuba in quanto ha i colori rosso, bianco e blu della bandiera cubana.

Tra le attrazioni principali di Cuba troviamo numerose opportunità di praticare escursioni a piedi come quella nella Sierra Maestra di tre giorni di percorrenza attraversando il monte più alto dell’isola, il Pico Turquino. Non esistendo sentieri segnalati neanche su cartine turistiche, spesso sono i residenti a fare da guida ai visitatori.

Si possono trovare ranch per le escursioni a cavallo, centri specializzati per le immersioni.

Anche la pesca d’altura è molto praticata.

Da Cuba si possono raggiungere le città più importanti e turistiche dell’isola quali l’Avana, Santiago de Cuba, Trinidad, Baracca, Provincia di Pinar del Rio, Bayamo e Isla de la Juventud.

Privacy Policy

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén