Arcipelago dell’Oceano Atlantico, al largo delle coste nord-occidentali dell’Africa è formato da sette isole maggiori, quali Lanzarote, Fuerteventura, Garan Canaria, Tenerife, Gomena, La Palma e Hierro, e da altre isole minori. Si estende su un’area di 7.447 Km quadrati ed ha una popolazione di 1.456.000 abitanti. La lingua parlata è lo spagnolo e l’unità monetaria è l’Euro. Il capoluogo è Santa Cruz de Tenerife.

Di origine vulcanica, le isole hanno coste dirupate e un rilievo molto accidentato costituito dal Picco di Teide (3.710 metri) nell’isola di Tenerife. Le Isole Canarie distano circa 1.100 Km dalla Penisola Iberica.

Sulle isole sono presenti ben 8 aeroporti internazionali e 41 porti. La Binter Canarias è la compagnia aerea che collega tutto l’anno l’Italia alle Isole Canarie con tre voli diretti settimanali da Milano. Per raggiungere le Canarie il modo più veloce è senz’altro l’aereo. Tenerife possiede un importante aeroporto che offre numerosi collegamenti giornalieri con la maggior parte delle capitali europee. Esistono anche linee regolari di traghetti che collegano le varie isole fra loro e con la Spagna. Per spostarsi sul territorio sono messe a disposizione varie linee di autobus.

Sulle isole è facile trovare agenzie locali che organizzano gite ed escursioni, ma ancor meglio è fare qualche uscita in maniera autonomo, noleggiando automobili, in quanto il costo del carburante è bassissimo.
Le Canarie presentano un clima di tipo marittimo con debole escursione termica annua e precipitazioni scarse. Sulle isole splende il sole tutto l’anno con temperatura media di 24°.

La principali risorse economiche dell’arcipelago provengono dalla coltivazione di banane, agrumi, ortaggi, cereali e uva; dalla pesca di merluzzi, sardine e tonni e dall’industria turistica.
Tenerife, detta anche “Isola dell’Eterna Primavera” per il suo clima, è la più grande delle sette isole dell’arcipelago e dispone di due centri turistici principali: al nord Puerto da la Cruz, per anni capitale del turismo e a sud Playa de Las Americas, sviluppatasi spropositatamente negli ultimi anni attraverso la costruzione di moderni alberghi. Presenta spiagge vaste e sabbiose di color chiaro o tipicamente nero vulcanico. Oltre ad essere invidiabile per il suo clima, offre numerose opportunità per chi è interessato alla natura dotata di insediamenti di botanica e conservazione faunistica. Lo sport principale praticato sull’isola è il golf, oltre all’equitazione, attività subacquee, pesca d’altura, vela, windsurf, escursioni a piedi e parapendio. Inoltre è ricca di cultura visitabile attraverso i suoi numerosi musei.

Santa Cruz, la capitale, è famosa per il suo Carnevale, con sfilate di carri allegorici, feste, scuole di samba e musica che invade strade e piazze.

L’Isola di Gomena, vicinissima a Tenerife, è stata dichiarata bene universale per le sue incontaminate bellezze naturali.
Gran Canaria è costituita da dune di sabbia che ricordano quelle del deserto del Sahara, da fertili e rigogliose colline con laghetti, scogliere mozzafiato perpendicolari sull’oceano, spiagge di sabbia lavica e zone aride con piante grasse e cactus. Il turismo viene accolto con servizi di prima qualità con spiagge di indubbia bellezza e ben attrezzate, centri di benessere, attrazioni e luoghi di divertimento. Le strutture dedicate allo sport permettono di praticare il golf, il surf, il windsurf, il tennis e la pesca.

Fuerteventura è la seconda isola in ordine di grandezza dell’arcipelago delle Canarie, ma è anche la meno conosciuta. L’isola al contrario di Tenerife e Gran Canaria non è fortemente caratterizzata dai vulcani e relativi promontori. Le spiagge sono formate da sabbia sia bianca sia dorata e bagnate da un acqua cristallina. L’entroterra è arido ma ogni tanto si possono trovare oasi e palmizi e tranquilli villaggi di pescatori con piccoli porti caratteristici; qui si può entrare in diretto contatto con l’artigianato locale e la genuina quanto tipica cucina a base di pesce.

A Fuerteventura gli amanti della natura e del mare possono praticare immersioni e windsurf, immergendosi in acque dal fascino dell’incontaminazione.
L’Isola di Lanzarote, situata a circa 100 Km dalla costa africana, famosa per i suoi campi dalla vegetazione sub tropicale in contrasto con le rocce laviche che sprofondano nelle sabbie dorate delle spiagge dove si infrangono le onde dell’oceano. Il vulcano Timanfaya domina l’intera isola.

Anche a Lanzarote il turismo è stato sapientemente gestito e sviluppato, fornisce servizi di prima qualità con spiagge di indubbia bellezza e ben attrezzate, centri di benessere, attrazioni e luoghi di divertimento. Non mancano le occasioni per entrare in contatto con la cultura locale tramite i musei e gli eventi e manifestazioni organizzate a questo scopo.

La Palma, situata all’estremo nord-ovest dell’arcipelago, chiamata “La Isla Bonita” per la sua vegetazione esuberante e per il suo cielo di un colore azzurro intenso. La Palma è rappresentata da una cultura ricca di tradizioni, gastronomia, artigianato e folklore che risale al tempo degli aborigeni.

Hiello, come le atre isole dell’arcipelago é di origine vulcanica pertanto ci offre uno spettacolare paesaggio che si può apprezzare ricorrendo i suoi numerosi sentieri, facendo diving, speleologia e molte altre attività che favoriscono il contatto diretto con la natura.

L’intero arcipelago è servito da molti ristoranti dalla cucina tradizionale, a seconda dell’isola vi sono varie specialità con netta prevalenza di piatti a base di pesce.