Il Salento è un posto incantevole a volte surreale “la terra del mare, del sole, e del vento” che con le sue coste abbaglianti, i suoi paesaggi incontaminati ed i suoi borghi medievali, trascina migliaia di turisti, che periodicamente organizzano le vacanze. Per trascorrere le vacanze a Lecce, nel Salento, ci si chiede spesso in quale località ci si deve orientare: marina, entroterra, centro città. Ecco alcuni consigli: Si può organizzare un’itinerario completo, visitando in primis la città di Lecce.

La città di Lecce, ormai definita “Capitale Barocca” dispone di innumerevoli luoghi d’arte incantevoli da visitare. Si può partire dalle numerose chiese in stile Barocco, come la Basilica di Santa Croce che, affiancata all’ex Convento dei Celestini, rappresenta uno dei monumenti piu’ rappresentativi della cittadina Pugliese. Passeggiando per le strade di Lecce, in visita alle altrettanto magnifiche chiese, ci si imbatte facilmente tra Palazzi, piazze e borghi antichi, di cui la città n’è ricca: Palazzo dei Celestini, Piazza Sant’Oronzo, centro storico, e così via.
Proseguendo a sud di Lecce, in direzione verso Gallipoli, incontriamo Porto Cesareo, che tra bandiere Blu, lungomare incantevole, e spiagge infinite, offrirà uno spettacolo unico e suggestivo. Qui’ una sosta è obbligatoria, in particolare se viaggiamo d’estate, luogo ideale per gustare giornate di sole in riva al mare, o per assaporare ricche pietanze in uno dei tanti rinomati ristoranti situati sul lungomare.

Se poi cerchiamo eventi, sagre, serate danzanti, non ci resta che visitare l’entroterra salentino. Qui, il mistero, il fascino, e l’accoglienza sono di casa. Vivere l’entroterra, è come allontanarsi, dal mondo esterno per chiudersi in un ambiente assolutamente tranquillo, sentirsi a casa propria e svegliarsi con il ritmo della pizzica, ed il suono dei tamburelli. Un piacere unico ed indescrivibile quello che si può provare dormendo in uno dei tanti paesini disseminati verso l’interno.

Questo è il Salento, un susseguirsi di forti emozioni che penetrano nell’anima solo quando ci si arriva, e che riesce con poco, a lasciare dolci ricordi.